Da non perdere
Home / Life / Droga, illegittima la legge Fini-Giovanardi: ecco cosa cambia

Droga, illegittima la legge Fini-Giovanardi: ecco cosa cambia

Sparisce l’equiparazione delle droghe leggere a quelle pesanti. La Corte Costituzionale ha infatti dichiarato illegittima la legge che lo stabiliva, la “Fini-Giovanardi”. La questione di legittimità era stata sollevata dalla terza sezione penale della Cassazione per violazione dell’articolo 77 della Costituzione. Nel 2006 le nuove disposizioni in materia di droga furono inserite con un emendamento, in fase di conversione, nel decreto legge sulle Olimpiadi invernali di Torino contravvenendo al requisito costituzionale della coerenza interna.

COSA PREVEDEVA LA LEGGE FINI-GIOVANARDI?

La legge parificava “ai fini sanzionatori” droghe pesanti e leggere, portando le pene per lo spaccio di hashish o cannabis ai livelli di quelle per la vendita di cocaina ed eroina: si passava da un minimo di due a un massimo di sei anni, a un minimo di sei a un massimo di 20 anni di reclusione (con multe da 26mila a 260mila euro). Quindi, in buona sostanza, piccolo pusher e narcotrafficante venivano messi sullo stesso piano. La norma inseriva anche un limite quantitativo tra uso personale e spaccio. I detrattori della legge, inoltre, sostengono che la “Fini-Giovanardi” non abbia fatto altro che sovraffollare le carceri italiane riempiendole di piccoli spacciatori improvvisati e tossicodipendenti.

COSA CAMBIA ADESSO?

Torna in vigore la precedente legge, la Iervolino-Vassalli, la norma che appunto prevedeva le differenti sanzioni per chi spaccia droghe leggere (che non sono depenalizzate) e chi pesanti. Questa legge venne varata nel 1990 e successivamente modificata dal referendum del 1993 che aboliva il carcere per l’uso personale di droga. La decisione della Consulta avrà inevitabilmente effetto anche sul destino di circa 10mila detenuti, stando alla stima della onlus “La società della Ragione”, tra chi è in attesa di giudizio e chi è già stato condannato in via definitiva. Nel caso di chi è stato giudicato sulla base di una legge incostituzionale potrebbe aprirsi la strada di un incidente di esecuzione per la rideterminazione della pena.

 

Condividi con i tuoi amici










Inviare