Da non perdere
Home / Lavoro / Consigli / Come scrivere una lettera di presentazione vincente: ecco un esempio
Flickr.com-Pixel Fantasy https://www.flickr.com/photos/techthis/9126874862/sizes/z/in/photostream/

Come scrivere una lettera di presentazione vincente: ecco un esempio

L’obiettivo del curriculum vitae è farti ottenere un colloquio, ma c’è un’altissima probabilità che non venga neanche letto. Datori di lavoro e selezionatori, soprattutto nelle grandi aziende, ricevono ogni giorno tantissime richieste e raramente riescono a valutarle tutte. Un modo per aumentare le proprie possibilità è includere un’ottima lettera di presentazione, che ha lo scopo di indurre il lettore ad approfondire il discorso, conoscere più informazioni e quindi aprire il curriculum vitae. In questo articolo cercheremo di darti alcuni consigli su come scrivere una lettera di presentazione che sia in grado di aiutare il tuo CV a distinguersi dalla massa.

Se invii il curriculum via email, puoi inserire la lettera nel testo del messaggio di posta (soluzione preferibile rispetto alla creazione di un ulteriore documento) mentre se ti candidi compilando form online, in genere è presente un campo specifico nel quale aggiungere una breve presentazione (in genere, non più di 500 parole).

La domanda chiave alla quale una lettera di presentazione dovrebbe sempre dare una risposta è “perché dovrebbero scegliere te?”. Questo significa che devi essere in grado di raccontare con chiarezza cosa sai fare meglio degli altri, cosa ti rende unico e quanto sbaglierebbe il selezionatore in questione a non tenerti in considerazione per il posto. Ecco alcune linee guida per realizzare una lettera di presentazione efficace.

come scrivere una lettera di presentazione esempio

Lettera di presentazione curriculum – Flickr.com-the Italian Voice

 

Esempio lettera di presentazione

Comincia dalle informazioni di base

Ecco un esempio di lettera di presentazione. All’inizio, in alto nella pagina, inserisci alcune informazioni di base e ricontrollale prima dell’invio:

  • data;
  • il tuo indirizzo;
  • “alla cortese attenzione di… ” seguito dal nome e dall’incarico del datore di lavoro o, se lo conosci, del responsabile delle risorse umane;
  • nome dell’azienda;
  • indirizzo dell’azienda.
  • poi inizia il discorso e il primo paragrafo con “Gentile…”.

Primo paragrafo

Inizia raccontando al lettore per quale tipo di lavoro ti stai candidando e perché. Ti bastano tre mini-blocchi, ognuno dedicato a un aspetto:

  • le ragioni che ti hanno portato a scrivere e candidarti;
  • inserisci i nomi, se ci sono, di persone che conosci all’interno dell’azienda con formule del tipo “Mario Rossi, che lavora nel vostro reparto … mi ha incoraggiato a inviare questa candidatura perché pensa che io abbia le caratteristiche necessarie per entrare a far parte della vostra squadra”;
  • fornisci ulteriori motivazioni convincenti che ti hanno portato a proporti per quel lavoro e per quell’azienda: non devi dilungarti, per questi mini-blocchi sono sufficienti poche righe.

Secondo paragrafo

Come scrivere una lettera di presentazione, questo è un passaggio fondamentale. Nel secondo paragrafo infatti hai la possibilità di raccontare al selezionatore perché ti ritieni la persona giusta per il lavoro. Evidenzia alcune delle tue competenze e esperienze più rilevanti, e spiega quanto ti sarebbero utili per quel posto. Ecco altri tre mini-blocchi da seguire:

  • inizia con una piccola introduzione concentrandoti sui risultati raggiunti nella tua vita professionale (o nel tuo percorso di studi, se ti stai candidando per il primo lavoro), e spiega perché queste caratteristiche ti sarebbero molto utili per il nuovo lavoro;
  • usa il resto del paragrafo per supportare l’introduzione. In che modo? Mettendo in mostra le “prove” di quello che dici, specificando brevemente ruoli, responsabilità e incarichi (non ti dilungare troppo, entrerai nel dettaglio con il curriculum vitae);
  • sforzati di scrivere in maniera coinvolgente, senza annoiare. Non ti dilungare troppo su un obiettivo raggiunto in carriera se non sai cosa ne può pensare il lettore; concludi il paragrafo con la frase finale, promuovendo te stesso come la giusta persona per il posto (ripeti anche mansione e nome dell’azienda).

Ultimo paragrafo

In queste poche righe ricorda che in allegato stai inviando il tuo curriculum vitae, e spiega al selezionatore che confidi di incontrarlo personalmente per un colloquio, invitandolo a contattarti per stabilire una data. Non dimenticare le buone maniere: ringrazia sempre il tuo interlocutore per il tempo che ti ha dedicato e la considerazione.

Conclusione

“I miei saluti più cordiali”
La tua firma
Il tuo nome
Elenco di documenti allegati alla lettera.

Errori da evitare

Il più classico degli errori è usare la stessa lettera di presentazione per tutte le domande. È altamente controproducente e il datore di lavoro se ne accorgerà immediatamente. La lettera di presentazione buona per tutte le situazioni sarà subito riconosciuta e cestinata: per questo motivo, sforzati di crearne una personalizzata, pensando alle specificità di ogni azienda.

Articolo ispirato dal post “The cover letter format to use to get your resume read” del blog theUndercoverRecruiter.com.

Stai cercando lavoro? Fatti aiutare da Klugg. Ecco un post sugli errori nel curriculum vitae più frequenti e un altro sulla strategia da seguire nella scrittura del primo CV. Trovi questi e altri articoli interessanti, con idee e consigli sul lavoro, nella nostra sezione del sito.
Condividi con i tuoi amici










Inviare