Da non perdere
Home / Lavoro / Fondi e premi / Mestieri tradizionali, contributi alle imprese in Umbria

Mestieri tradizionali, contributi alle imprese in Umbria

Aiutare le imprese tradizionali nella fase di avvio e consolidamento, auspicando ricadute positive sull’economia locale. È questo lo scopo del bando della Camera di Commercio di Terni per il sostegno al recupero dei mestieri tradizionali, soprattutto artigianali, che più degli altri hanno subito la morsa della crisi. I contributi alle imprese in Umbria, fino a un massimo di 20mila euro, riguardano i seguenti settori:

  • abbigliamento su misura;
  • cuoio, pelletteria e tappezzeria;
  • decorazioni;
  • fotografia, riproduzione di disegni e pittura;
  • legno e affini;
  • lavorazione dei metalli;
  • oreficeria;
  • strumenti musicali;
  • tessitura e ricamo;
  • lavorazione di vetro, ceramica, pietra e affini;
  • carta, attività e lavorazioni varie;
  • alimentaristi.

contriburi alle imprese in umbria

Finanziamenti imprese, requisiti

Per accedere, le imprese con sede legale e/o unità locale oggetto dell’investimento nella provincia di Terni devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • essere iscritte al Registro delle imprese a partire dalla data dell’1 gennaio 2014 e in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • non essere soggette alle procedure concorsuali, di cui al R.D. 16 giugno 1942, n. 267;
  • essere in regola con il DURC.

Inoltre, le imprese dovranno restare attive sul territorio della provincia di Terni per almeno tre anni dalla data di costituzione o implementazione delle attività.

Interventi finanziabili con i fondi per le imprese

Le spese sostenute per le quali può essere richiesto il contributo sono:

  1. gli oneri sostenuti per la costituzione dell’impresa, sino ad un massimo di 2.000 euro;
  2. spese relative a brevetti, marchi, disegni e modelli, anche per la loro registrazione;
  3. software, spese realizzazione siti web, adozione soluzioni che utilizzano tecnologie wireless, business online, e-commerce;
  4. spese di affitto laboratori e noleggio macchinari e attrezzature strettamente connessi all’attività d’impresa, per un massimo di 12 mesi (a partire dal 01/01/2014 al 01/01/2015);
  5. formazione specifica coerente con le finalità del progetto imprenditoriale e con l’attività dell’impresa;
  6. azioni di marketing e comunicazione relative al progetto nei limiti del 10 per cento del costo totale del progetto;
  7. materiali di prova, test in laboratorio, realizzazione di prototipi e collaudi finali.

L’agevolazione concedibile complessivamente per impresa, consiste in un incentivo pari al 50 per cento delle spese riconosciute ammissibili, fino a un massimo di 20.000 euro. La percentuale del contributo è aumentata al 55 per cento in caso di imprese femminili o giovanili: in questo caso, il contributo massimo è di 21.000 euro.

Le domande per l’accesso ai contributi possono essere presentate a partire dal 1 luglio 2014, secondo le modalità previste nel bando. In questa pagina della Camera di Commercio di Terni trovi tutti i documenti sui contributi alle imprese, compreso il modello di domanda.

Tutte le notizie su fondi e premi pubblicate su Klugg.

Condividi con i tuoi amici










Inviare