Da non perdere
Home / Soldi / Avviso di chiamata, da oggi con Tim e Vodafone si paga. Come disattivarlo
Flickr.com-MattsMacintosh

Avviso di chiamata, da oggi con Tim e Vodafone si paga. Come disattivarlo

Da oggi, 21 luglio, i servizi di avviso di chiamata e “sono di nuovo disponibile” forniti da Tim e Vodafone non sono più gratuiti. Dopo avere avvisato con un sms i propri clienti nelle scorse settimane, le due compagnie telefoniche hanno provveduto ad aggiornare i piani tariffari. I servizi “LoSai” e “ChiamaOra” di Tim, e “Chiamami” e “Recall” di Vodafone fanno parte di un pacchetto a pagamento. Se non hai chiamato il numero del servizio clienti del tuo operatore, sappi che le opzioni ti verranno confermate automaticamente e scalate dal credito a tua disposizione. Per evitare costi indesiderati, devi contattare la compagnia e richiedere la cancellazione del servizio.

chiamaora

ChiamaOra, LoSai, Recall, Chiamami: quanto si paga adesso?

Le modalità previste dalle due compagnie sono diverse. Tim propone una cifra fissa: 1,90 euro ogni quattro mesi, meno di 50 centesimi al mese. Puoi disattivare il pagamento telefonando al numero 40920: seguendo la procedura guidata potrai bloccare l’opzione in pochi minuti. Riceverai un sms di conferma dell’avvenuta interruzione. In questo modo hai disattivato sia “LoSai”, che ti informa dei numeri che ti hanno cercato quando eri irraggiungibile o occupato, e “ChiamaOra”, che ti avvisa quando la persona che hai provato a contattare è disponibile.

chiamaora tim recall vodafone

Vodafone invece addebiterà 6 cents al giorno in caso di utilizzo, un metodo potenzialmente più caro: nell’ipotesi in cui tutti i giorni un utente usufruisse del servizio, il conto sarebbe di 1,80 euro al mese. Per disattivare le opzioni, devi accedere all’area personale del “190 Fai da te” del sito di Vodafone (devi essere registrato), oppure chiamare il numero gratuito 42593 e seguire la procedura guidata che in pochi passaggi ti permetterà di interrompere il servizio.

Tutte le notizie della sezione “Soldi” di Klugg.

Condividi con i tuoi amici










Inviare