Da non perdere
Home / Tech / Keyssa, la startup che promette di rivoluzionare gli smartphone del futuro. Ecco come
tony fadell
Tony Fadel (Flickr.com - autore: LeWeb13)

Keyssa, la startup che promette di rivoluzionare gli smartphone del futuro. Ecco come

C’è una startup statunitense che promette di rivoluzionare il trasferimento dei file da un dispositivo a un altro e di cambiare in maniera radicale l’aspetto degli smartphone che porteremo in tasca. Si chiama Keyssa e dietro alla tecnologia che questa azienda sta sviluppando, chiamata “Kiss connectivity”, c’è la mente del CEO di Nest Labs, Tony Fadell, il padre dell’iPod.

Cos’è la “Kiss connectivity” di Keyssa e come funziona

Come riporta “Bloomberg Businees Week”, per comprendere la rivoluzione della “Kiss connectivity” studiata da Keyssa è sufficiente fare un paragone con gli attuali standard di trasmissione di dati. Oggi, per copiare un film in alta definizione da una memoria USB a un tablet si impiega circa un minuto. Utilizzando invece device con installati i piccoli connettori Keyssa, grandi pochi millimetri, per la stessa operazione potranno volerci soltanto cinque secondi.

keyssa kiss connectivity

dal sito Keyssa.com

 

L’obiettivo della start up è portare a un livello superiore la velocità di trasferimento wireless di prodotti sempre più diffusi come smartphone, laptop e altri dispositivi elettronici. La tecnologia studiata da Keyssa sfrutta un complesso sistema radio ad alte frequenze (EHF), usato in larga parte dagli astronomi, un sistema che permetterà di rimpiazzare cavi e porte di connessione.

Il connettore, che può essere installato all’interno di un device, consuma una frazione dell’energia utilizzata dalle attuali connessioni wireless. Quando due dispositivi con connettori Keyssa sono vicini e si sfiorano, quasi a “barciarsi”, essi possono rapidamente scambiarsi alte quantità di dati: fino a 6 gigabits al secondo via onde EHF se due device si trovano a un centimetro di distanza. Per avere un’idea, le migliori connessioni Wi-Fi attualmente possono raggiungere una velocità massima di 1,35 gigabits al secondo, mentre le USB più veloci si spingono fino a 5 gigabits al secondo.

Come potrebbero cambiare i nostri smartphone?

Gli sviluppi più interessanti della “Kiss connectivity” riguardano il futuro dello smartphone, un prodotto ormai di largo consumo. Combinando la tecnologia di Keyssa la ricarica della batteria wireless, in un futuro neanche troppo lontano potrebbe essere possibile costruire smartphone senza bisogno di alcuna porta di connessione né cavi di alimentazione. Dispositivi completamente resistenti all’acqua, ancora più sottili e con cariche che possono durare più a lungo.

La startup ha già raccolto circa 47 milioni di dollari per sviluppare la propria tecnologia e il lancio dei primi connettori potrebbe avvenire nel 2015. Alla nuova tecnologia sviluppata da Keyssa guardano con estremo interesse Samsung e Intel.

In questo video di un minuto l’azienda spiega come funziona la “kiss connectivity”.

Condividi con i tuoi amici










Inviare