Da non perdere
Home / Lavoro / Fondi e premi / Fondo per la nascita e lo sviluppo di startup innovative, contributi a fondo perduto nel Lazio
Flickr.com - autore: “Caveman Chuck” Coker

Fondo per la nascita e lo sviluppo di startup innovative, contributi a fondo perduto nel Lazio

Contributi a fondo perduto per lo sviluppo di nuovi progetti imprenditoriali e startup innovative nel Lazio. Da oggi è possibile inviare le domande per accedere al Fondo per la nascita e lo sviluppo di Startup innovative istituito dalla Regione Lazio con l’articolo 6 della legge regionale 13/2013. Le risorse del Fondo saranno utilizzate per la concessione di contributi a fondo perduto, per importi compresi tra 20.000 e 30.000 euro, finalizzati allo sviluppo di nuovi progetti imprenditoriali, posti in essere da PMI costituite o costituende, classificabili come startup innovative.

Fondo per la nascita e lo sviluppo di Startup innovative

Fondo per la nascita e lo sviluppo di startup innovative, chi può partecipare?

Possono fare richiesta tutte le start up innovative, classificabili come piccole-medie imprese, in possesso di questi requisiti:

  • devono essere state costituite da non oltre 24 mesi alla data di presentazione del formulario;
  • non devono essere imprese in difficoltà, come sono definite dagli “Orientamenti comunitari sugli aiuti di Stato”;
  • devono essere iscritte, se già formalmente riconosciute, nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese;
  • devono prevedere accordi sottoscritti con investitori indipendenti per un apporto di capitale almeno pari al contributo richiesto;
  • devono avere almeno una sede operativa nel Lazio, regolarmente iscritta;
  • devono essere in regola con gli obblighi previsti dai regolamenti comunitari e dalle leggi nazionali e regionali;
  • devono avere restituito agevolazioni pubbliche godute per le quali è stata disposta la restituzione;
  • devono essere in regola con la normativa antimafia e la disciplina antiriciclaggio, ove applicabili.

Nel caso di startup innovativa in via di costituzione, oltre ai requisiti elencati dovrà essere presentata l’iscrizione nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese.

Gli investitori indipendenti possono essere:

  • PMI e grandi imprese;
  • startup factories (incubatori certificati e/o acceleratori);
  • business angels;
  • investitori professionali;
  • organismi di ricerca (incubatori universitari, centri di ricerca o altro);
  • partner reperiti mediante portali di equity crowdfunding.

Sono agevolabili progetti imprenditoriali che ricadano nelle seguenti aree di specializzazione: Aereospazio, Scienze della vita, Patrimonio culturale e tecnologie della cultura, Industrie creative digitali, Agrifood, Green Economy e Sicurezza (Homeland security).

Domanda di richiesta dei contributi a fondo perduto
La richiesta di contributo da parte della Start-up innovativa dovrà avvenire esclusivamente compilando e inoltrando on line il formulario, utilizzando il modulo disponibile sul sito internet www.sviluppo.lazio.it (sezione “Agevolazioni”). La trasmissione on line del formulario può avvenire a partire dal 20 novembre 2014 fino al termine dei fondi disponibili.

Procedura di valutazione per l’accesso al Fondo per la nascita e lo sviluppo di Startup innovative
Una apposita commissione procederà, dopo l’istruttoria tecnica di Sviluppo Lazio, a una valutazione tecnico-economica delle richieste classificate “ammissibili”, sulla base dei seguenti criteri:

  1. coerenza del progetto imprenditoriale con la Smart Specialisation Strategy regionale e scalabilità del modello di business (fino a 3 punti – Scarso 0 pt, Insufficiente 1 pt, Sufficiente 2 pt, Buono 3pt);
  2. validità tecnico economica del business plan, con particolare riferimento alla idoneità del team proponente, alla potenzialità di mercato ed alla percorribilità finanziaria, tecnologica e commerciale delle successive fasi di sviluppo (fino a 3 punti – Scarso 0 pt, Insufficiente 1 pt, Sufficiente 2 pt, Buono 3pt);
  3. appropriatezza dei contributi, non solo finanziari, dell’investitore indipendente e di eventuali ulteriori partnership qualificanti per il successo delle iniziative imprenditoriali (fino a 3 punti – Scarso 0 pt, Insufficiente 1 pt, Sufficiente 2 pt, Buono 3pt);
  4. premialità per la localizzazione della Start-up innovativa nelle aree interessate dalla crisi del sistema locale di lavoro di Frosinone- Anagni e Comune di Fiuggi, formalmente riconosciute dalla Regione Lazio, piuttosto che nei siti di Spazio Attivo o presso gli incubatori certificati (1 punto).

Saranno ritenuti idonei i progetti imprenditoriali che otterranno almeno otto punti e contemporaneamente un punteggio non inferiore a due su ciascuno dei primi tre elementi.

Finanziamenti startup, i collegamenti

Per avere tutte le informazioni sul Fondo per la nascita e lo sviluppo di startup innovative, visita il sito di Sviluppo Lazio: troverai l’avviso pubblico, la modulistica e la manifestazione di interesse degli investitori indipendenti.

Condividi con i tuoi amici










Inviare